Yoga in gravidanza a Campi Bisenzio

Yoga in gravidanza a Campi Bisenzio Firenze

Annunci

Lo yoga in gravidanza fa bene al bambino e alla mamma.

Proponiamo un corso yoga per sole gestanti ogni mercoledì mattina dalle ore 11 alle ore 12,30. Un’ora e mezzo di lezione a settimana.  

Lo yoga in gravidanza si pratica dalla 13° settimana in poi ed è necessario presentare attestazione del proprio medico specialista di idoneità all’attività fisica dolce. 

Leggi anche
Quale movimento in gravidanza? Lo Yoga! 

Perché fare yoga in gravidanza?

Nuovi orari corso yoga in gravidanza a Campi Bisenzio

Nel mese di marzo e di aprile gli incontri di yoga in gravidanza presso il Centro Themis al primo piano della Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio si terranno il giovedì mattina alle ore 10. Per info scrivere a info@yogacampi.com oppure chiamate sonia 3395776516

Perché fare yoga in gravidanza? 

Per diversi motivi: dal tenere in attività il corpo con una pratica dolce e attenta, per prevenire o alleviare eventuali mal di schiena o infiammazioni al nervo sciatico dovuti all’aumento del peso corporeo e ai movimenti del bacino, ma anche per valorizzare il legame con il futuro bambino/a disponendosi all’ascolto del proprio corpo e del suo dolce contenuto, e per prepararci al parto ricercando con il corpo le fattibili posizioni del travaglio. 

Lo yoga in gravidanza è per tutti?

È per tutte quelle donne che ricercano un’attività di movimento dolce, di ascolto ed attenzione al proprio corpo che si trasforma, in questo momento magico che è la gravidanza. 

Cosa occorre? 

Non molto, abbiamo già i tappetini e l’ambiente del Centro Themis è molto comodo e confortevole. Portatevi magari un telo da mettere sopra al tappeto ed una copertina per la parte finale di rilassamento, ma adesso che andiamo verso la bella stagione è quasi superflua.



La vostra prima lezione di prova è gratuita e nel mese di marzo, aprile e maggio 2014 gli appuntamenti sono il giovedì mattina alle ore 10. 

Richiediamo alle partecipanti al corso una attestazione medica per sostenere attività motoria dolce. 

Corso Yoga in gravidanza Campi Bisenzio • nuovo ciclo di incontri

da Maggio 2013 ci vediamo il Venerdì alle ore 17

Martedì 2 Aprile alle ore 15,00 ultimo giorno del secondo ciclo del corso Yoga per gestanti tenuto presso il Centro Themis della Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio. 

Alcune delle nostre future mamme sono prossime alla scadenza del tempo e si prepareranno ad accogliere i loro cuccioli. Dalla seconda seconda settimana di aprile definiremo un nuovo giorno e nuovo orario di svolgimento delle lezioni con le nuove mamme interessate. 

Per informazioni chiamare Sonia 3395776516 oppure scrivere a info@yogacampi.com


Auto-massaggio ai piedi con una pallina da tennis

Una pratica per automassaggiarsi i piedi in spirito yogico

È impagabile la sensazione che rimane sulla pelle, e nelle ossa, dopo un buon lavoro di massaggio, certo è ancora più bello se l’operatore è capace e competente e capace di farci rilassare ed abbandonare alle sue mani. A volte, per arrivare a questo occorrono un paio di sedute, per ottenere un rapporto confidenziale tra il massaggiante e il massaggiato.

Trovo particolarmente “godurioso” il massaggia plantare. Personalmente lo trovo impagabile nei momenti di relax casalinghi, magari davanti alla tv, che in quel caso aiuta positivamente a spegnere il cervello.  sprofondati sul divano. Ma non sempre è facile trovare la “dolce metà” disponibile a tanto. 

Suggerisco in quel caso, ma anche in qualsiasi altro momento, l’esperienza del massaggio plantare con la pallina da tennis. Lo si puo’ fare in piedi come seduti. Si tratta di giocare con la pallina sotto la pianta del piede, un piede alla volta, ovviamente. Partendo da sinistra, ad esempio, lasciamo la gambe leggera, portando il peso sull’altra gamba, e facciamo rullare la pallina avanti e indietro, sotto la pianta. Per 30 secondi circa. Poi ricerchiamo dei movimenti circolari della pallina sotto la pianta del piede e ci portiamo ben in ascolto delle reazioni che avvertiamo, se ci sono punti che rispondono diversamente, se percepiamo dolore. Eventualmente insistiamo nel massaggio in quel punto. Proviamo poi a portare il peso sul piede sinistro, e avvertiamo la differenza del massaggio che genera la pallina sottoposta a maggiore pressione. Anche in questo caso per una trentina di secondi, con un movimento prima a rullo avanti e dietro e poi circolare. Concluso, rimaniamo con il piede a terra e ascoltiamo che tipo di sensazioni sono rimaste sulla pianta del piede dopo il massaggio. Ripetere poi dall’altro lato.