Ginkgo biloba e Yoga, sorgenti di giovinezza.

Perchè chiamare Ginkgo lab asd, una associazione che si occupa di promuovere la pratica dello yoga a Campi Bisenzio?Da cosa viene il nome? 

Lab ovviamente sottende alla volontà di instaurare un processo di lavoro, un laboratorio organico sull’argomento del benessere, ma cosa hanno in comune la pianta del Ginkgo e lo yoga?

L’associazione l’albero del Ginkgo biloba (wikipedia) e l’antica disciplina indiana viene spontanea, visto che entrambi sono considerati fossili viventi, unici esemplari della loro specie che sopravvivono nonostante gli anni. Inoltre entrami hanno la capacità di prevenire e rallentare il processo di invecchiamento e di mantenere intatte le capacità intellettive. Entrambi possono essere considerati “sorgenti di giovinezza”. 
Sui benefici dello yoga abbiamo ampiamente parlato quasi in ogni post, sappiamo che praticare yoga, per dirla in modo semplice e veloce, oltre ad essere un’attività fisica che mantiene il corpo elastico e tonico, riequilibria anche il sistema nervoso, grazie alle pratica di pranayama e meditazione. 

Praticare yoga è di aiuto per superare le piccole difficoltà quotidiane – come mal di schiena, insonnia, dolori mestruali, ecc – ma la medicina moderna prende in considerazione questa pratica anche per patologie più complesse di tipo fisico-psichico. 

Al Ginkgo biloba sono riconosciuti da sempre grandi capacità curative. Già 2.800 anni fa veniva impiegato nella medicina tradizionale cinese per curare la perdita di memoria negli anziani e la cura dell’asma. I semi consumati crudi avrebbero un azione antivirale e di prevenzione del cancro, tostati venivano utilizzati per favorire la digestione e l’eliminazione dell’alcol, oltre che aumentare la capacità sessuale. È una pianta “Yang” capace di curare affezioni di tipo “Inn”.

Le numerose ricerche in tutto il mondo riconoscono all’estratto di Ginkgo biloba queste proprietà sull’organismo:

  • miglioramento della circolazione del sangue, anche a livello dei piccoli vasi, migliorando l’irrorazione di organi e tessuti (anche lo yoga!)
  • protezione all’invecchiamento delle cellule del sistema nervoso e cardiovascolare, grazie alle presenza di antiossidanti neutralizza i dannosi radicali liberi
  • inibisce l’aggregazione di piastrine nel sangue
  • riduce crampi dolorosi agli arti inferiori
  • facilita l’afflusso del sangue a livello genitale

Ritorneremo a parlare di questa pianta anche per il suo aspetto interessante e così elaborato, tanto da essere presente anche nella storia dell’arte del mondo come elemento decorativo che ritorna nei secoli. 


fonte: B.. Brigo, Ginkgo. Il ventaglio della lunga vita, Tecniche nuove

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...